giovedì 20 dicembre 2012

Le banane...in salsa verde

  



Quando ero ragazzo, mentre faceva ordine o rassettava...mia madre cantava.

Era bello vederla allegra.
Ed io, che ho sempre amato gli scherzi, le arrivavo quatto quatto da dietro come un gatto soriano... ed all'improvviso...

za...ZAC !!!

Gli facevo prendere un colpo e nello stesso tempo, con un gesto da Arsenio Lupin, le scioglievo il grembiule, che cadeva a terra a coronamento della bravata.

Dopo aver rischiato l'infarto di solito mia madre non cantava più, anzi passava in rassegna diversi personaggi biblici (sempre gli stessi) e malediva il giorno in cui ero nato. 
Poi però sotto sotto sorrideva sorniona.

Ma quali erano queste canzoni che amava tanto ? 

Erano quasi sempre canzoni popolari, di facile ascolto, ma soprattutto allegre.

Una di queste, se ricordo bene si chiamava "Sugli sugli bane bane" di un gruppo di ragazze chiamate le  "Figlie del vento". 
Avevano fatto questo pezzo  nel 1973 che alludeva alla frutta ed alla verdura, in particolar modo ad una ricetta preparata con le buonissime banane, che ovviamente tutti interpretavano in modo moooolto malizioso.
A mio padre infatti non piaceva affatto, anzi quando la sentiva mi sembrava piuttosto contrariato. 

Alcuni brani del testo per farsi un'idea:

"Sugli sugli bane bane
tu miscugli le banane,
le miscugli in salsa verde
chi le mangia nulla perde.
....
Chi le lascia lascia il gatto
ma dev'essere un po' matto,
lo diceva un livornese
che tornò da quel paese.
....
Questa è la filastrocca
dell'isola di Bali,
la raccontava sempre
un vecchio marinaio.
...
Diceva: Sugli sugli
ti fa ringiovanire
e poi col bane bane
tu lo potrai condire
...
tu miscugli le banane,
le miscugli in salsa verde
chi le mangia nulla perde...."


La canzone, se devo essere sincero, era molto orecchiabile e fece il suo successo per qualche settimana. 
Fu uno di quei tormentoni estivi come ce ne sono tanti ancora oggi.

E mio padre soffriva in silenzio....

Fino a che un giorno il disco sparì e nessuno lo trovò mai più.




Nessun commento:

Posta un commento