lunedì 4 febbraio 2013

Sacro e profano



Stavo andando a bere qualcosa al bar, quando all'improvviso mi trovo catapultato nel bel mezzo di una processione dedicata alla vergine.

Non ho mai visto così tante signore con il visone in vita mia...tutte sulla sessantina (se non di più) con i capelli biondi cotonati ed immancabilmente un forte odore di naftalina.

La banda suonava ed i musicisti erano tutti rigorosamente vestiti di nero.
Ho trovato la cosa piuttosto inquietante.

Poi è arrivato il resto della processione in religioso silenzio, molto rispettoso.
All'inizio pensavo fosse un funerale.

Il prete ha fatto un breve discorso in piazza....un vecchietto ha sbadigliato e magicamente ha contagiato tutto il gruppo.

Appena la processione ha svoltato in una viuzza laterale alcuni vecchietti, facendo finta di niente, si sono staccati dal gruppo ed in maniera furtiva si sono avviati verso il bar.

Poco dopo li ho raggiunti.

Uno stava bevendo allegramente un bicchiere di vino, un altro canticchiava cercando un mazzo di carte mentre il vecchietto più arzillo faceva lo scemo con la cameriera:

"Ah, se avessi vent'anni di meno !"

La cameriera, sorridendo e scuotendo la testa, lo ha guardato affettuosa come si guardano i bambini quando fanno una marachella.

Niente più aria da funerale. Anzi...

E bevendo il prosecco, per la prima volta in vita mia, mi è sembrato che avesse come uno strano sentore di naftalina.

Nessun commento:

Posta un commento