mercoledì 26 giugno 2013

In vino veritas



Il vino fa parte della nostra cultura, lo percepiamo come una parte della nostra identità.
Eppure il vino sembra esistere da 7000 anni 
ed ha accompagnato civiltà ben più antiche della nostra. 

La produzione su larga scala risale a circa 5000 anni fa,
 la sua invenzione viene attribuita dalla Bibbia a Noè,
 ma in realtà il vino è nato per caso probabilmente per fermentazione naturale.

Esistono molti detti sul vino.
  I poeti, gli scrittori ed i pensatori di ogni epoca
 gli hanno dedicato innumerevoli versi.

Come dargli torto ?


“Mi siano i tuoi seni
Come grappoli della vite
Il tuo palato come ottimo vino
Che scende dritto alla mia bocca”
(Il cantico dei cantici)

*****

“Guardo il calor del sole che si fa vino,
giunto a l’amor che dalla vite cola”
Dante
Purgatorio

*****

“Un vino dolce, purissimo…
Un odore soave si diffondeva su dal cratere
Un odore veramente portentoso”
Odissea IX 209-212

*****

“Ora libiate a Giove con le coppe
Invocate pregando il padre Anchise,
e ancora ponete sulla mensa il vino”
Virgilio

*****

“Come si ricorda il sapore del vino quando il bicchiere
Ed il suo colore sono ormai perduti”
Kahlil Gibran

*****

“Ora viene la dolcezza della sera,
Riempite la coppa e passatela in tondo”
William Shakespeare

*****

“Il vino è poesia in bottiglia”
Robert Louis Stevenson

*****

“Questa soma, che vien drieto
sopra l'asino, è Sileno:
così vecchio è ebro e lieto,
già di carne e d'anni pieno;
se non può star dritto, almeno
ride e gode tuttavia”
Lorenzo de Medici

Nessun commento:

Posta un commento